FUNZIONIGRAMMA
-----------------
URP

 

SCANSIONA O CLICCA SUL
QR CODE PER INFORMAZIONI
SUL NOSTRO LICEO

COME SCANSIONARE IL QR

 

 banner ammtrasp

banner albo 

Calendario attività

DOCENTI

 

registro elettronico docenti

banner PNFD giallo

FAMIGLIE

registro elettronico famiglie

banner pagamenti 

banner certificati

 
QUESTIONARIO

banner PAI

 INIZIATIVE DIDATTICHE

banner intercultura

 

banner lab2go

banner cic

banner erasmus 

etwinning

ESABAC

 

CIC - Sportello ascolto e dialogo psicologico

Orari

Sede Centrale Bracciano
1° piano, di fronte all'aula magna

dott.ssa P. Paki Papagni: martedì   10:00 - 13:00
dott.ssa Vincenza Paglia: il 1° e il 3° mercoledì del mese   10:00 - 13:00

Sede Succursale Anguillara
Sala della presidenza

dott.ssa Vincenza Paglia: il 2° e il 4° mercoledì del mese   10:00 - 13:00

 

Introduzione

Il servizio di sportello d’ascolto psicologico è una realtà ormai diffusa da tempo e apparentemente ben inserita nel sistema scolastico del territorio nazionale e regionale.

In un’ottica di prevenzione del disagio e di promozione del benessere, l’offerta di uno Sportello di Ascolto persegue l’obiettivo di accogliere tutte le richieste di consulenza psicologica alle tematiche inerenti la crescita, l'insuccesso scolastico, il bullismo; lo sportello di Ascolto si propone anche uno spazio in cui operare secondo una ottica di prevenzione primaria e secondaria rispetto alle situazioni di disagio e sofferenza (fobie scolastiche, disturbi psicosomatici, disturbi alimentari ecc.).

Lo sportello di Ascolto, per il suo valore strettamente orientato alla Prevenzione del disagio psicologico e sociale, attraverso il  primo contatto con una figura d'aiuto potrebbe “creare ponti” per una presa in carico più ampia e articolata all'interno di adeguate strutture territoriali.

 

Obiettivi

Il servizio di sportello d’ascolto psicologico e di prevenzione dei comportamenti a rischio si pone come obiettivi di:

  • Fornire un intervento scolastico di ascolto e di consulenza psicologica per la rilevazione e prevenzione delle problematiche psicologiche e sociali,  al fine di intercettare e intervenire tempestivamente sulle situazioni di disagio psicologico.
  • Intervenire sulle problematiche psicologiche legate in modo specifico al mondo scolastico, come: bullismo, disturbi dell’apprendimento, rapporto insegnanti-alunni, etc.
  • Realizzare interventi preventivi di supporto all’organizzazione e funzionalità dei gruppi classe.
  • Fungere da spazio di primo ascolto e aiuto per quelle situazioni particolarmente problematiche che necessitano di un intervento prolungato da realizzarsi all’esterno della scuola.
  • Fare “da ponte” con i servizi di cura psicologica presenti all’esterno della scuola, fornendo le informazioni necessarie e/o realizzando un contatto utile alla presa in carico della persona sofferente.

 

Destinatari

Il servizio si rivolge a tutti i protagonisti del mondo scolastico: alunni, docenti, genitori e personale scolastico.

 

Metodologia

Il lavoro si basa sull’ascolto, il confronto e il supporto psicologico e dell’analisi della domanda.

Tutti gli interventi, inoltre, vengono realizzati nel pieno rispetto della riservatezza e del segreto professionale.

 

Modalità di accesso

Al servizio sarà possibile accedere tramite previo appuntamento concordato e attraverso la prenotazione.

 

Spazio d’ascolto

Sarebbe auspicabile individuare un luogo, un setting, consono alla tipologia di attività da svolgersi, possibilmente confortevole, silenzioso e riservato. Risulta, inoltre, particolarmente importante ai fini del lavoro il mantenimento dello stesso spazio per tutta la durata del servizio in modo che possa essere facilmente connotato come tale e “Ri-conosciuto”.

 

Attività

  • Colloqui con alunni, docenti e genitori, realizzati in giorni e orari preventivamente concordati. Gli incontri con gli alunni vengono svolti in accordo con il docente presente in classe in quell’arco di tempo necessario all’intervento.
  • Incontri di gruppo con i genitori su tematiche specifiche relative alla fase di vita dei loro figli adolescenti, al rapporto genitori-figli e alla prevenzione di comportamenti a rischio.
  • Incontri programmati con i consigli di classe su presentazione di problematiche specifiche di singoli alunni o gruppi classe e/o presentazione organizzazione gruppi classi prime e/o gestione di dinamiche conflittuali tra docenti o tra docenti e alunni.

Eventi e news

 

gfbytnewsletter

Visitatori on line

Abbiamo 100 visitatori e nessun utente online

banner eduscopio         banner usr         banner bussola trasparenza         banner noipa         banner miur