Sede di Bracciano

PROFILI DI INDIRIZZO E QUADRI ORARI

Liceo scientifico
L’indirizzo scientifico, pur conservando i valori umanistici tipici della cultura liceale, mostra una sua netta caratterizzazione fin dall’inizio del corso, prevedendo un nucleo fondante di discipline che promuovono la formazione matematico-scientifica, ulteriormente potenziato dall'ultima riforma scolastica. Oltre alla matematica e a discipline naturalistiche - quali fisica, chimica, biologia, geografia e disegno geometrico - anche le materie umanistico-letterarie e storico-filosofiche, oltre alla lingua straniera, concorrono al raggiungimento degli obiettivi logico-conoscitivi. E' questa integrazione tra varie discipline a condurre lo studente allo sviluppo della propria autonomia critica e ad una comprensione unitaria dei contenuti del sapere. L’approccio al metodo scientifico, fondato sui processi induttivi e deduttivi e favorito dall’uso del laboratorio, risponde alle attese di una realtà in costante sviluppo.

Quadro orario

MATERIE I anno II anno III anno IV anno V anno
Lingua e letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua e cultura Latina 3 3 3 3 3
Lingua e cultura Straniera 3 3 3 3 3
Storia e Geografia 3 3      
Storia     2 2 2
Filosofia     3 3 3
Matematica (con Informatica al biennio) 5 5 4 4 4
Fisica 2 2 3 3 3
Scienze Naturali 2 2 3 3 3
Storia dell’arte 2 2 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o Attività alternative 1 1 1 1 1
TOTALE 27 27 30 30 30

Liceo classico
Greci e Romani, certo, ma non solo: partendo dalle origini antiche, ginnasio e liceo classico seguono lo sviluppo della cultura occidentale in tutto il suo percorso storico, arrivando a illuminare vari aspetti del nostro modo di essere contemporaneo e del mondo delle professioni.
La letteratura, la filosofia, le arti, le scienze, la medicina, il diritto, la storia e la politica fanno ancora uso di molti termini di matrice greco-latina. Il metodo di analisi e di traduzione di un testo in lingua antica è quello stesso usato dagli specialisti di ogni campo nell'ambito della ricerca e nella risoluzione dei problemi. In seguito all'ultima riforma, l'indirizzo ha rafforzato la sua componente matematico-scientifica, consolidando così il ruolo preparatorio alla frequenza del più ampio spettro di corsi universitari. La formazione, che è umanistica e multilaterale, apre lo sguardo alle successive scelte dell'alunno.

Quadro orario

MATERIE I anno II anno III anno IV anno V anno
Lingua e letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua e cultura Latina 5 5 4 4 4
Lingua e cultura Greca 4 4 3 3 3
Lingua e cultura Straniera 3 3 3 3 3
Storia e Geografia 3 3      
Storia     3 3 3
Filosofia     3 3 3
Matematica (con Informatica al biennio) 3 3 2 2 2
Fisica     2 2 2
Scienze Naturali 2 2 2 2 2
Storia dell’arte     2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o Attività alternative 1 1 1 1 1
TOTALE 27 27 31 31 31

Liceo linguistico
Il percorso del liceo linguistico è caratterizzato dalla presenza delle tre lingue straniere (inglese, francese e tedesco) sin dal primo anno. Il principale obiettivo è quello di favorire la mobilità extra-nazionale dei nostri studenti, in linea con le Raccomandazioni della Commissione Europea. La nostra offerta formativa prevede una particolare attenzione all’acquisizione di competenze-chiave utili per lo sviluppo culturale degli alunni e, nel contempo, per il loro futuro inserimento nel mondo del lavoro. La didattica delle lingue si avvale di due laboratori multimediali di ultima generazione che consentono una partecipazione attiva degli alunni ed una loro efficace interazione con il docente, i compagni e anche con studenti di altri Paesi, collegati in video-chat. Si organizzano annualmente stage e scambi linguistico- culturali, nonché corsi di preparazione agli esami di certificazione europea.

Quadro orario

MATERIE I anno II anno III anno IV anno V anno
Lingua e letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua e cultura Latina 2 2      
Lingua e cultura Straniera 1 4 4 3 3 3
Lingua e cultura Straniera 2 3 3 4 4 4
Lingua e cultura Straniera 3 3 3 4 4 4
Storia e Geografia 3 3      
Storia     2 2 2
Filosofia     2 2 2
Matematica (con Informatica al biennio) 3 3 2 2 2
Fisica     2 2 2
Scienze Naturali 2 2 2 2 2
Disegno e Storia dell’arte     2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o Attività alternative 1 1 1 1 1
TOTALE 27 27 30 30 30

Docenti di conversazione

Nel Liceo Linguistico di nuovo ordinamento è prevista la figura del Docente di conversazione, in compresenza con il docente di Lingua e Cultura Straniera.

Tale figura di docente è stata definita dal Ministero della Pubblica Istruzione nel 1992 (D.M.28.5.92) con l’istituzione di una nuova classe di concorso per l’insegnamento di “CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA NEGLI ISTITUTI DI SECONDO GRADO”.

Tale figura di docente ha le seguenti funzioni e specifiche:

  • Compito del conversatore : “non insegnare letteratura o grammatica, bensì proporsi come modello di comunicazione - anche paraverbale e extraverbale - e come esperto di cultura, antropologicamente intesa, del paese di cui diffonde la lingua”. L’insegnante sin dal primo momento parla solo ed esclusivamente in lingua, facendo entrare i ragazzi in contatto con la lingua viva, la civiltà e la cultura del paese della lingua oggetto di studio.
  • Figura essenziale che caratterizza l’indirizzo del Liceo Linguistico; la compresenza in classe con il Docente titolare di cattedra di Lingua e Letteratura implica una cooperazione costante e dinamica , stimola la creatività, consentendo lo scambio ed il confronto.
  • È un mediatore culturale. Garantisce una visione non stereotipata, ma complessa e problematica della cultura di provenienza. Stimola il dialogo interculturale. È sempre più utile nell’accoglienza degli alunni stranieri. È una risorsa per avviare processi di educazione all’intercultura.
  • È lui stesso testimone autentico di cultura: aiuta nella decodificazione degli impliciti culturali e presenta aspetti significativi della cultura intesa in senso antropologico.
  • Favorisce l’approccio ad una realtà istituzionale diversa.
  • Contribuisce attivamente al processo d’integrazione europea, in quanto permette agli allievi e ai colleghi italiani di prendere coscienza e di riflettere sulle nostre “diversità” e sulle nostre similitudini”. Pertanto, aiuta a migliorare la comprensione della propria cultura e delle altre attraverso l’apprendimento linguistico.
  • Dà la possibilità agli alunni di utilizzare una lingua straniera orale attuale; permette loro di mettere in pratica le strutture ed il lessico imparati per dare la propria opinione, affermare un parere o parlare di problematiche recenti.

 

 

banner eduscopio         banner usr         banner bussola trasparenza         banner noipa         banner miur